Aule Divine a Cesiomaggiore

02.08.2016   |   pubblicato da Marco Crepaz

Sant'Agapito Cesiomaggiore
Ritorna quest’estate a Cesiomaggiore l’iniziativa “Aule Divine”, ovvero l’apertura al pubblico degli edifici sacri del territorio. Un vero patrimonio di arte, di fede e di cultura, un tesoro che i nostri borghi conservano tra le rughe delle vecchie corti rurali e i seni dei colli pedemontani. È un tesoro silente e discreto, che sa raccontare una storia secolare fatta di piccole cose, di devozioni quotidiane, di santità e di umanità travagliata.  
Venerdì 26 agosto ritrovo alle ore 20.45 nei pressi della chiesetta di San Liberale a Marsiai. Secondo alcune testimonianze, sarebbe stata edificata per ordine del vescovo Torresino Da Corte all’inizio del XIII° secolo; al suo interno è conservato un bellissimo paliotto del Seicento in cuoio dipinto. Poco lontano sorge la chiesa di San Pietro in Vincoli, anch’essa di antica origine ma rimaneggiata nel XVII° secolo, con un bel portale lapideo e un pregevole altare in legno riccamente decorato.  
Domenica 25 settembre alle 14.30  ritrovo all’inizio di Via Sant’Agapito e salita alla chiesetta omonima che si trova a 860 metri s.l.m. in splendida posizione panoramica (durata percorso circa 50 minuti). Le prime testimonianze scritte dell’esistenza dell’edificio risalgono al 1533, ma la fondazione è sicuramente più antica. Commemorato il 18 agosto, il santo martire veniva invocato in caso di tempeste estive che, in un’epoca in cui l’economia si basava solo sull’agricoltura di sussistenza, potevano distruggere l’intero raccolto.In caso di maltempo, quest’ultimo appuntamento sarà annullato.
La partecipazione è libera e gratuita e la durata prevista è di circa un’ora. L’Amministrazione comunale intende ringraziare i volontari e le Parrocchie di Cesiomaggiore, Pez e Soranzen che hanno reso possibile l’iniziativa.  
Per informazioni:
Biblioteca Comunale di Cesiomaggiore
Tel. 0439 43480; e-mail: biblioteca.cesio@feltrino.bl.it

Condividi su