A San Pietroburgo la presentazione de "Lo cunto de li cunti" in lingua russa

08.01.2016   |   pubblicato da Marco Crepaz

Sarà presentato sabato 9 gennaio, presso la Casa del Libro di San Pietroburgo, il libro di Giambattista Basile "Lo cunto de li cunti overo lo trattenemiento de peccerille" tradotto in lingua russa anche con il contributo del ministero degli Affari Esteri italiano (Direzione Generale Sistema Paese).

L'interprete Pyotr Epifanov racconterà le favole per gli adulti di Basile, soggetti mitologici e filosofici nella cultura napoletana. Nel corso della giornata si terrà anche la lettura teatrale di una delle favole. Le opere di Basile (1566-1632) hanno influenzato tutti gli scrittori di favole del nostro continente, le loro tracce si trovano negli scritti di Pushkin, nel libro "Il cavallino gobbo" di Ershov e nelle "Favole delle Urali" di Bazhov. Ora dopo quattro secoli "Lo cunto de li cunti" è stato tradotto in russo. Pyotr Epifanov ha tradotto dal greco antico i documenti letterari dell'innografia bizantina, dal francese le opere filosofiche di Simone Veil e dall'italiano le poesie di Giuseppe Ungaretti, Dino Campana, Antonio Pozzi, Vittorio Sereni e Pier Paolo Pasolini.

Inform

Condividi su