Misure anti-Covid in Portogallo: dal 1° maggio vige lo stato di calamità

03.05.2021   |   pubblicato da Simone Tormen

 

«Dal primo maggio 2021 vige in Portogallo lo stato di calamità». Lo segnala ai connazionali l’Ambasciata d’Italia a Lisbona.  

La stessa Ambasciata precisa che «i viaggiatori in arrivo dall’Italia sono tenuti a presentare un test molecolare RT-PCR al Covid-19, con risultato negativo, realizzato entro le 72 ore precedenti al viaggio, in assenza del quale non potranno imbarcarsi». Esentati i bambini di età inferiore ai 24 mesi.

«Dall’Italia – precisa la rappresentanza a Lisbona – sono consentiti, al momento e fino alle 23.59 del 16 maggio, solo i viaggi essenziali», ossia quelli legati a motivi professionali, di studio, di ricongiungimento familiare, di salute o per ragioni umanitarie.  

Per maggiori informazioni si rimanda al sito: amblisbona.esteri.it.

Condividi su