Emergenza Covid-19. Nuove procedure per l’ingresso in Giappone

30.07.2020   |   pubblicato da Simone Tormen

Japan flag

«Le Autorità locali hanno introdotto alcune modifiche alle regole che disciplinano gli ingressi e re-ingressi in Giappone». Lo comunica l’Ambasciata d’Italia a Tokyo.

«A partire dal 5 agosto 2020 – precisa la sede diplomatica – tutti coloro che siano residenti in Giappone (titolari di “Residence Card”) e abbiano lasciato il Paese prima del 2 aprile 2020 possono farvi rientro. La nuova procedura prevede che ottengano una “Re-entry Confirmation Letter” da parte dell’Ambasciata o Consolato giapponese di riferimento e che dimostrino, con un certificato, il risultato di un test PCR – effettuato entro 72 ore dalla partenza del volo – che attesti la non positività al Covid-19».  

Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito del Ministero degli Affari Esteri del Giappone (in lingua inglese): www.mofa.go.jp.  

«I connazionali interessati – prosegue l’Ambasciata – potranno prendere contatto con le Rappresentanze diplomatiche e consolari giapponesi di riferimento per richiedere la “Re-entry Confirmation letter”».  

Questi i contatti degli uffici diplomatico-consolari giapponesi in Italia:

L’Ambasciata d’Italia a Tokyo assicura la propria completa disponibilità a fornire assistenza nell’interlocuzione con le Autorità giapponesi ai connazionali che potrebbero rientrare nelle “speciali/straordinarie circostanze” (ragioni umanitarie o esigenze giudiziarie) previste dall’ordinamento locale e per le quali è possibile chiedere l’autorizzazione a entrare/rientrare in Giappone in aggiunta alle misure indicate. A tal fine, gli interessati possono scrivere all’indirizzo email: consular.tokyo@esteri.it.

Per maggiori informazioni: ambtokyo.esteri.it.

Condividi su