Soggiorni di breve durata nell’UE: nuove norme sui visti

06.02.2020   |   pubblicato da Simone Tormen

Visti per l'Europa
In vigore dal 2 febbraio le nuove norme dell’Unione europea sui visti per i soggiorni di breve durata. Le novità, spiega Bruxelles, rendono la procedura di richiesta del visto più semplice.
Un esempio? I viaggiatori possono presentare domanda di visto fino a 6 mesi prima di un viaggio programmato, anziché 3 mesi prima. Chi viaggia spesso, inoltre, potrà ottenere più facilmente visti per ingressi multipli e con un lungo periodo di validità, risparmiando tempo e denaro.

Il costo del visto passa da 60 a 80 euro. «Una maggiorazione – spiega la Commissione – che consentirà di disporre di risorse sufficienti per trattare le domande e individuare potenziali rischi connessi alla sicurezza e alla migrazione irregolare».

Per maggiori informazioni: ec.europa.eu 

Condividi su