Emergenza coronavirus. Al via una raccolta mascherine per gli italiani in Cina

06.02.2020   |   pubblicato da Simone Tormen

Coronavirus

Azione di solidarietà per aiutare i connazionali in Cina a combattere l’epidemia di Coronavirus. Le associazioni Apulian Way, Confederazione Italiani nel Mondo, CREA, Donne italiane a Shanghai, Italiani a Shanghai, Liguri in Cina, Lombardi in Cina, Officina Teatrale CBD, PromoItalia, Sardi in Cina, Siciliani in Cina e Veneti di Cina, con il supporto del Consolato Italiano a Shanghai, lanciano un appello agli italiani in Italia, privati o aziende: «In questa delicata fase in Cina servono in via prioritaria mascherine da destinare ad adulti e bambini. Per questo motivo, lanciamo un appello agli italiani per reperire mascherine N95 (modelli 1860 e 9132) o le equivalenti FPP3 o mascherine chirurgiche ed inviarle ai magazzini in Italia che stanno supportando questo progetto prima del 9 febbraio».

Stanno fornendo, gratuitamente, i propri magazzini a Roma, Milano e Firenze come deposito per le maschere prima dell’invio in Cina le aziende BDM e Savino del Bene. Gli indirizzi per l’invio sono: BDM Roma Hub, via Galileo Galilei snc 00012 Guidonia Montecelio (RM); BDM Milano Hub, via Morandi 56 20090 Segrate (MI); via Schiapparelli, 38 – 50019 Firenze; Savino Del Bene S.p.A. Italy – Osmannoro (Fi).

«Le mascherine, reperibili in farmacia e online – scrive sulla propria pagina Facebook il Consolato – verranno prima distribuite a Shanghai, da dove è partita l’iniziativa, e successivamente alle altre città della Cina. Gli italiani in Cina riceveranno un format da compilare e le mascherine saranno consegnate, tramite servizio a domicilio, in base all’ordine di arrivo delle domande, con un massimo di 5 per casa». 

Condividi su