Viaggi in Nuova Zelanda. Da ottobre necessaria la "Electronic Travel Authority” (NZeTA)

09.10.2019   |   pubblicato da Simone Tormen

Nuova Zelanda
«Si segnala ai viaggiatori italiani diretti in Nuova Zelanda che a partire dal primo di ottobre 2019 dovranno munirsi di una “Electronic Travel Authority” (NZeTA) rilasciata dalle Autorità di immigrazione neozelandesi». Lo rende noto sul proprio sito l’Ambasciata d’Italia a Wellington.
«La NzeTA – precisa la rappresentanza – dovrà essere richiesta prima di partire (a meno che non si sia già titolari di un visto valido neozelandese), avrà una validità di 2 anni e un costo variabile fra 9 e 12 NZD. A tale cifra dovrà aggiungersi un ammontare pari a 35 NZD a copertura dell’International Visitor Conservation and Tourism Levy (che avrà durata identica a quella del NZeTA o del visto di residenza). La NZeTA sarà inoltre richiesta a tutti i viaggiatori in transito in Nuova Zelanda anche qualora quest’ultima non fosse la destinazione finale del viaggio».
Maggiori informazioni sulla Electronic Travel Authority e su com richiederla sono disponibili sul sito di Immigration NZ: www.immigration.govt.nz

Condividi su