Europee 2019: cosa fare se non si è ancora ricevuto il certificato elettorale

13.05.2019   |   pubblicato da Simone Tormen

Europee 2019
Si avvicinano le elezioni europee. Gli italiani all’estero che vivono in un Paese dell’Ue voteranno il 24 e 25 maggio. Ai connazionali residenti nei Paesi membri dell’Unione Europea e iscritti all’Anagrafe degli Italiani residenti all’estero (Aire) che non abbiano optato per il voto a favore dei candidati dello Stato di residenza, così come ai temporaneamente residenti in un Paese Ue per motivi di lavoro o di studio, e ai loro familiari conviventi (che abbiano inviato apposita domanda al Consolato prima del 7 marzo) sta arrivando in questi giorni il certificato elettorale con l’indicazione della data, dell’orario delle votazioni e dell’indirizzo della sezione presso la quale votare.
Chi non avesse ancora ricevuto il certificato potrà contattare l’Ufficio Consolare di riferimento a partire dal 21 maggio, per verificare la propria posizione elettorale e richiedere eventuale certificato sostitutivo.I connazionali voteranno nei seggi – 237 quelli predisposti dalla Farnesina – istituiti da Ambasciate e Consolati nei Paesi dell’Unione Europea.Sul voto degli italiani all’estero il Servizio per la Stampa e la Comunicazione Istituzionale della Farnesina ha pubblicato un vademecum.

Condividi su