Residenza artistica in Germania. Due borse di studio della Farnesina

04.06.2018   |   pubblicato da Simone Tormen

Berlino
Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale mette a disposizione 2 borse di studio per una residenza artistica a Berlino, nell'ambito della II edizione del “Premio Berlino”. L'iniziativa è rivolta ad architetti italiani emergenti e prevede la possibilità di trascorrere sei mesi nella capitale tedesca (da ottobre 2018 a marzo 2019), per approfondire professionalmente le tematiche inerenti il riuso e la rigenerazione urbana. I vincitori parteciperanno inoltre alle attività culturali organizzate dall’IIC Berlino e da ANCB – The Aedes Metropolitanan Laboratory, anche attraverso la presentazione dei propri lavori al termine della residenza. Possono presentare domanda di partecipazione i candidati che rispondano ai requisiti di seguito elencati:

  • essere cittadini italiani e residenti in Italia;
  • essere nati dopo il 31 dicembre 1987;
  • essere architetti iscritti all’ordine professionale;
  • svolgere comprovata attività di progettazione e di ricerca nel settore specifico del riuso e della rigenerazione urbana. Saranno valutati positivamente coloro che hanno al loro attivo progetti di riuso o rigenerazione già realizzati o in fase di realizzazione;
  • avere un’ottima conoscenza della lingua inglese. La conoscenza del tedesco costituirà titolo preferenziale. 

Ciascuna borsa di studio offre i seguenti benefici:

  • un assegno mensile di 1.500 euro per vitto e rimborso spese;
  • prestazioni presso uno studio di architettura specializzato nei temi della rigenerazione urbana e sulle pratiche di recupero delle periferie urbane;
  • la disponibilità di un alloggio;
  • un biglietto aereo andata e ritorno per Berlino dall'Italia;
  • la copertura assicurativa per spese sanitarie, infortuni, incidenti;
  • l'affiancamento di un tutor con esperienza internazionale, residente a Berlino, esperto della scena professionale locale.

La scadenza per le candidature è fissata al 28 giugno 2018.

Per il bando completo clicca QUI.

Condividi su