Cortina e Agordo si confermano ricche. Ma cala il reddito medio dei bellunesi

-

Gli effetti del lockdown misurati sulle tasche e sui portafogli dei bellunesi. Risultato: cala il reddito medio. Non di moltissimo, perché la provincia dolomitica ha lavoro e benessere (anche se sarà da capire quanto lavoro e quanto benessere resteranno effettivamente dopo la mazzata della crisi energetica e dell’aumento delle bollette). Ma un calo Covid c’è, nel complesso. E in alcuni casi è pesante. Mediamente vengono persi 400-500 euro. Il quadro arriva dai dati Mef relativi alle dichiarazioni dei redditi 2021 (basate sui 730 relativi al 2020). E dice che il reddito medio dei bellunesi si aggira sui 21mila euro, leggermente superiore alla media nazionale. Ma dice anche che a fronte di due Comuni – Agordo e Cortina – che hanno visto aumenti (anche consistenti) e una decina che hanno registrato un sostanziale equilibrio, tutti gli altri hanno pagato dazio al Covid. Chi più, chi meno, con casi descrivibili solamente come veri e propri tracolli.