Tragedia sulla Marmolada. Proseguono le ricerche con il pericolo di nuovi crolli

-

È salito a sette il bilancio dei morti provocati dal crollo di una parte del ghiacciaio della Marmolada avvenuto domenica pomeriggio. Bilancio che purtroppo è ancora provvisorio e che sembra inevitabilmente destinato a farsi più pesante. Tredici, infatti, le persone ancora disperse. Sempre più flebili le speranze di ritrovarle in vita. Le ricerche proseguono sotto il pericolo di nuovi crolli.

Ieri è salito a Canazei il presidente del Consiglio Mario Draghi. «Si lavori – le parole del primo ministro – perché cose del genere non accadano più».

La Procura di Trento, intanto, ha aperto un fascicolo per accertare eventuali responsabilità per disastro colposo. Da chiarire se quanto accaduto poteva in qualche modo essere evitato.